Torna all'home page della Biblioteca Sala Borsa

XANADU

comunità per lettori ostinati
2 B, Liceo Scientifico Copernico, Bologna

Il libro "il dizionario dei nomi propri"di A. Nothomb √® scritto molto bene, si legge velocemente, senza fatica.La scrittrice racconta la storia di una ragazzina di 15 anni, Pelctrude,che gi√† dai primi giorni √® circondata da una situazine difficile. La Nothomb affronta uno dei gravi problemi degli adolescenti: l' anoressia, raccontando tutto come se la sua storia sia realmente accaduta.La Nothomb, √® molto abile nel fare discorsi fra Pelctrude e la madre adottiva, mettendo in risalto gli stati d' animo di entrambe.La parte pi√Ļ interessante del libro √® proprio quando Pelctrude inizia a parlare con la sua matrigna, dove la Nothomb fa sentire realmente quanto la ragazza tiene a lei.La scelta del titolo, del tutto bizzarra ma molto originale, crea una certa curiosit√†.La cosa che ha fatto perdere la qualit√† di questo libro √® stato il finale: la Nothomb conclude in un modo molto inaspettato, sembra che abbia cercato un finale veloce e del tutto strano; direi molto deludente.

Aggiungi un nuovo commento:

scuola:

autore/classe

commento

voto
  
76

Nothomb A.
Dizionario dei nomi propri
Voland, Roma, 2004


Biblioteca Sala Borsa Ragazzi | Hamelin Associazione Culturale
ultima modifica: 14 gen 2007