Torna all'home page della Biblioteca Sala Borsa

XANADU

comunità per lettori ostinati
II B, Liceo Scientifico Copernico, Bologna

“Il Signore delle Mosche” rappresenta forse uno dei massimi vertici mai toccati dalla letteratura mondiale.
Scritto in un linguaggio godibilissimo e scorrevole, riesce a riassumere in sé tutta la barbarie di cui è capace il genere umano.
Innovativo sotto molti punti di vista (la scelta dei personaggi, l’ambientazione, la trama), induce il lettore alla riflessione sulla natura dell’uomo e, svelandone la realtà sotto il profilo più violento, ha il pregio di analizzarla come pochi libri sono mai riusciti.
Duecento pagine di psicologia, avventura, fantasia, che attraggono e appassionano ogni tipo di lettore, da chi ama i romanzi a chi preferisce storie avventurose.
Lo stile brilla per tutta la durata della narrazione ed un finale carico di amarezza corona l’intero libro.
Il richiamo alla mente dei più reconditi ricordi di fanciullezza rende immediata l’immedesimazione nei personaggi del romanzo.
Finito di leggerlo, si guarda il mondo in un altro modo, più maturo e consapevole.

Aggiungi un nuovo commento:

scuola:

autore/classe

commento

voto
  
86

Woolrich C.
Sipario nero
Fanucci, Roma, 2004


Biblioteca Sala Borsa Ragazzi | Hamelin Associazione Culturale
ultima modifica: 14 gen 2007