Torna all'home page della Biblioteca Sala Borsa

XANADU

comunità per lettori ostinati
1 B int, Liceo Ginnasio Galvani, Bologna

Il racconto di Aidan Chambers " Quando eravamo in tre", ci √® piaciuto moltissimo, perch√© descrive gli eventi negativi della vita senza trascurare certe conseguenze che spesso le persone non considerano o cercano di dimenticare; infatti, √® un libro che come anticipa il sottotilo, parla della fatica di crescere e di avere dei legami per un adolescente.Una caratteristica particolare del libro √® che viene narrato da due dei tre protagonisti che interagiscono nella storia con i loro commenti che sono stati per noi la parte pi√Ļ interessante nel racconto, cos√¨ come alcuni capitoli che iniziano con delle lettere mandate ad uno dei protagonisti.E' scritto molto bene e, anche se √® quello che ci si aspetterebbe da un diciassettenne, non contiene molte parolacce.Le descrizioni dei luoghi, degli oggetti e delle persone, sono molte dettagliate ma, specialmente per quanto riguarda l'ambiente di campagna, talvolta risultano un po' complesse.Invece il testo √® soprattutto ricchissimo di riflessioni personali, su ogni piccola o grande cosa che accade, su certi pensieri di altri personaggi che il protagonista sa, viene a sapere o deduce, su qualsiasi cosa che il protagonista non pu√≤ prevedere e lo stupisce, ma anche su ci√≤ che riesce a prevedere e cos√¨ spiega come mai; cos√¨ si riesce ad entrare e ad immedesimarsi nella "testa" del protagonista.

Aggiungi un nuovo commento:

scuola:

autore/classe

commento

voto
  
57

Chambers A.
Quando eravamo in tre
Fabbri, Milano, 2003


Biblioteca Sala Borsa Ragazzi | Hamelin Associazione Culturale
ultima modifica: 14 gen 2007