Torna all'home page della Biblioteca Sala Borsa

XANADU

comunità per lettori ostinati
II, Liceo Ginnasio Galvani, Bologna

La lettura di Sipario nero di Cornell Woorlich è stata per me molto piacevole, in quanto la storia è assai particolare. Il romanzo ha suscitato in me grande curiosità e voglia di giungere alla soluzione del mistero che riguarda il protagonista, Frank Townsend, nei tre anni passati sotto le mentite spoglie di un’altra persona, Daniel Nearing.
Lo stile è semplice: viene spesso utilizzato il discorso diretto che tiene viva la voglia del lettore di continuare la lettura, evitando interminabili monologhi che generalmente appesantiscono il racconto.
I dubbi, le curiositĂ  e le paure di Townsend vengono talmente sottolineati e resi palpabili da parere quasi le ossessioni stesse del lettore.
Si può notare anche la presenza di una grande quantità di similitudini e analogie con il mondo animale; secondo me ciò serve a rendere ancora più reale la caccia all’uomo alla quale è soggetto il protagonista. I suoi istinti vengono paragonati a quelli di una qualsiasi creatura braccata, come per convincerci che lui è innocente.
Altro particolare che mi ha colpita è il fatto che, secondo il protagonista, la vita pare essere un meccanismo che – esclusi imprevisti – ha un funzionamento logico: in questo modo il lettore riesce a giungere facilmente a delle conclusioni.

Aggiungi un nuovo commento:

scuola:

autore/classe

commento

voto
  
86

Woolrich C.
Sipario nero
Fanucci, Roma, 2004


Biblioteca Sala Borsa Ragazzi | Hamelin Associazione Culturale
ultima modifica: 14 gen 2007