Torna all'home page della Biblioteca Sala Borsa

XANADU

comunità per lettori ostinati
2Q, Istituto Tecnico per le Attività Sociali F. Selmi, Modena

Il protagonista di questo libro √® Piers, che nel corso della storia accetta il soprannome di Jan datogli da Tess, la sua pi√Ļ grande amica. Jan lascia casa, scuola, amici e affetti per riflettere su se stesso e sulla sua vita.Il tema di questo libro √® infatti la ricerca interiore; jan cerca di capire la sua persona sentendosi in un periodo di buio totale. Si trasferisce in una casa vicino ad un ponte sul quale raccoglie i pedaggi, lavoro che gli ha offerto il padre di Tess. Lei √® una delle poche persone o forse l'unica con cui riesce a mantenere un rapporto anche in questo estraniarsi dalla vita di tutti i giorni. Si intromette in questa pace apparente un ragazzo: Adam; √® un personaggio molto particolare e pieno di sfaccettature ricche di chiari e scuri; inizialmente non c'√® affinit√† con Jan ma col passare del tempo diventano grandi amici.Solo alla [me del libro si capisce chi √® veramente Adam. Si capisce che √® una persona piena di difficolt√†: in un momento di pazzia e, secondo me, di grande rabbia interiore compie un omicidio.Lo mettono in una clinica psichiatrica da cui scappa e conosce Jan, presentandosi nella sua casa dicendo che i genitori lo avevano buttato fuori di casa.Dopo alcuni mesi trascorsi insieme c'√® un secondo episodio che lo porta a tentare il suicidio e cos√¨ viene riconosciuto dalla polizia e riportato alla clinica psichiatrica dove prende le sembianze di un bambino di undici anni.√ą strabiliante la reazione di Jan quando scopre tutta la verit√†: io mi sarei aspettata che avesse sprigionato rabbia e forse disprezzo verso di lui o comunque delusione, invece c'√® un grosso colpo di scena perch√© Jan riconosce sempre di pi√Ļ l'amicizia tra loro due. Va anche a trovarlo in questa clinica, rimanendo un po' strabiliato per questo forte cambiamento che riconosce in Adam. Jan si incoraggia e non si abbatte e cerca di capire ci√≤ che lo ha portato a tutti questi comportamenti con l'aiuto del medico che segue Adam. In questa occasione risalta la parte forte del suo carattere; infatti, secondo me, tutti questi eventi lo portano a conoscersi meglio e a ritrovare la pace interiore.Questo libro √® stato stupendo per i colpi di scena, per la molteplicit√† dei temi di cui tratta, dall'insicurezza all'inquietudine interiore che hanno la maggior parte degli adolescenti, alla ricerca interiore e per le forti sensazioni che trasmette. √ą altrettanto favolosa la capacit√† dell'autore di catapultarti nella storia che ti porta a non volerti mai staccare dal libro.Lo stile √® semplice, infatti una delle bellezze di questo libro √® anche questa: che, pur usando un linguaggio giovanile a volte scherzoso e a volte riflessivo, riesce a far riflettere su temi importanti come: la ricerca interiore, la solitudine,l'amicizia, sulle bellezze del donare e tanti altri.

Aggiungi un nuovo commento:

scuola:

autore/classe

commento

voto
  
57

Chambers A.
Quando eravamo in tre
Fabbri, Milano, 2003


Biblioteca Sala Borsa Ragazzi | Hamelin Associazione Culturale
ultima modifica: 14 gen 2007